BARLETTA, BUONE PROSPETTIVE PER IL CALZATURIERO

Buone prospettive per l’industria calzaturiera: la produzione è cresciuta in tutto il Paese di circa il 5%  lo scorso anno, con interessanti incrementi di vendite all’estero che toccano persino  il 40% negli USA, sostenute dal rafforzamento del dollaro. Il  vento di ripresa giunge anche nel polo calzaturiero di Barletta, dove si registrano performance positive soprattutto nel segmento calzature fashion da donna, molto apprezzate sui mercati europei e statunitensi. I risultati  migliori sono messi a segno dalle aziende che impiegano le nuove tecnologie digitali che stanno rivoluzionando il modo di lavorare, riducendo i tempi di progettazione e realizzazione, abbassando i costi e aumentando la precisione e la qualità del prodotto. Un grande aiuto viene poi dal mondo del web, dove il fenomeno della promozione affidata a blogger di successo sta portando incrementi delle vendite sorprendenti anche sul mercato nostrano.

E’ questo, in sintesi, ciò che è emerso dalla prima giornata del convegno all’innovazione nel settore calzaturiero, dal titolo “I passi del futuro. Scenari evolutivi del mondo calzaturiero”, organizzato presso il Future Center di Barletta dalla Sezione Calzaturieri di Confindustria Bari e BAT e Assocalzaturifici, con il patrocinio del Comune di Barletta e la collaborazione di AZIMUT e Future center.

L’obiettivo è aggiornare gli imprenditori della BAT  su alcune fra le maggiori novità del settore: dalle calzature realizzate con le stampanti 3D, fino alla promozione sul web, come nel caso del nuovo Brand  creato dalla Blogger di successo  Chiara Ferragni (6 milioni di utenti su Instagram) che ha deciso di fabbricare la sua linea di prodotti proprio nella città della Disfida.

L’obiettivo è quello di valorizzare il territorio che ha grande tradizione nel settore e che ha bisogno di crescere  nella cultura imprenditoriale e di acquisire gli strumenti tecnologici più innovativi del momento. – dichiara Michele Piazzolla presidente della sezione calzaturieri –  Di queste novità si parlerà durante i lavori del convegno, grazie alla presenza di relatori di grande spessore. Nella prima giornata avremo anche l’occasione di veder realizzare dal vivo un tacco per calzatura da donna con la stampante 3 D, una tecnica che apre nuovi scenari al design e alla creatività perché consente di creare forme e volumi prima non realizzabili.  “

Oggi dopo i saluti istituzionali del  sindaco di Barletta Pasquale Cascella, del presidente del Future Center Cosimo Santoro, del tesoriere della Zona BAT di Confindustria Sigfrido Cappa e del presidente della Sezione Calzaturieri di Confindustria Bari BAT Michele Piazzolla, si sono succedute molte relazioni di esperti provenienti da importanti realtà nazionali (Cimac, TUV Italia, Cetma, Politecnico di Bari, Serendipity, Business Unit Atom Lab)  sui temi della manifattura 4.0 fino al mondo del web, alla modellazione umana digitale, al  Reverse engineering, all’utilizzo del CAD a supporto del marketing.

A dimostrazione delle nuove tecnologie digitali applicate al calzaturiero, durante questa prima giornata è stato possibile assistere in diretta alla realizzazione di calzature tramite stampante 3 D.

Si continua il 24 giugno dalle 9.30 alle 12.30 (con gli interventi di GMV Consulting, Ars Sutoria school, Azimut Global Advisory, Cetma), toccando i temi della sostenibilità ambientale, del miglioramento dei processi produttivi, del private banking, concludendo con le azioni messe in campo dalla Piccola industria di Confindustria Bari BAT per la crescita delle PMI, che saranno illustrate dalla presidente Patrizia del Giudice.

Pin It