Favorire l’innovazione sociale, lo sviluppo di iniziative creative e di start up innovative che possano generare beni e servizi tali da cambiare in meglio le abitudini di vita nella società. Con questo obiettivo lo scorso 19 settembe è stata stretta una collaborazione fra Confindustria Bari BAT, Fondazione Brodolini e Asso Service srl. Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto e presentato alla stampa dal presidente di Confindustria Bari e BAT Domenico De Bartolomeo, dal direttore generale della Fondazione Brodolini Diego Teloni e dal presidente di Asso Service Luigi Morelli.

“Ogni innovazione (in campo tecnologico, economico o nei sistemi produttivi) può produrre degli effetti sociali, cioè dei cambiamenti duraturi nelle relazioni sociali e nel comportamento delle persone. Questa è, in sintesi, l’innovazione sociale – ha detto in conferenza stampa Luigi Morelli, presidente di Asso service – L’obiettivo dell’accordo siglato oggi è individuare e sostenere forme di innovazione di questo tipo, che siano in grado di modificare in positivo i comportamenti delle persone nella nostra comunità territoriale: l’area metropolitana di Bari e BAT e la provincia BAT. Il nostro auspicio è che l’apporto e la creatività dei privati possano migliorare la vita sociale del territorio, offrendo anche un supporto alle istituzioni locali.”
In questa operazione Confindustria Bari BAT, Asso Service srl hanno trovato un alleato prestigioso nella Fondazione Brodolini, nota in Italia in materia di innovazione sociale. La Fondazione Giacomo Brodolini infatti lavora da anni per la definizione e diffusione di politiche a tutti i livelli di governo. Promuove il dialogo sociale e lo scambio di conoscenze tra la comunità accademica, i policy maker, le istituzioni, la società civile ed il settore privato e si impegna per lo sviluppo locale, urbano e rurale, progettando e gestendo progetti di innovazione sociale, incubatori e acceleratori di impresa, percorsi di incubazione per start-up.