GALILEO. INFINITI NOVI MONDI

Galileo. Infiniti novi mondi", l’anteprima nazionale dell’ultimo lavoro musicale di Federico Bonetti Amendola andrà in scena il 17 novembre alle ore 19.00 a Bari, nella sede -inusuale dell’industria metalmeccanica Tecnoacciai, introdotta dal saluto dei promotori dell’iniziativa Domenico de Bartolomeo e Graziano Bianco, rispettivamente Presidente di Confindustria Bari BAT e Coordinatore del Club delle Imprese per la Cultura.



L’evento è organizzato nell’ambito della XVI Settimana nazionale della Cultura d’Impresa di Confindustria.

Ispirato alla storia umana e scientifica del grande toscano -che fu al tempo stesso scienziato, inventore, innovatore e imprenditore- l’opera si avvale della preziosa collaborazione del Museo Galileo di Firenze e della consulenza sui testi originali di Sara Bonechi. La voce di Galileo sarà affidata al baritono Giuseppe Naviglio, la narrazione all’attore William Volpicella e l’esecuzione musicale all’ensemble Santa Teresa dei Maschi sotto la direzione di Sabino Manzo.

Seguirà una conversazione su Galileo Padre della Scienza Moderna e Padre dell’Innovazione tra tre donne che a vario titolo sono esperte del tema: la giornalista scientifica Elisabetta Durante, la V. Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) Speranza Falciano, e la startupper pugliese Claudia Marciano.

Al centro del confronto l’importanza del rapporto fra industria e scienza.

Dalla conversazione emergerà l’idea della ricerca come principale volano dello sviluppo industriale attraverso casi di successo, anche basati in Puglia. Si parlerà infatti del Centro di supercalcolo Recas (una delle più avanzate e potenti strutture del nostro Paese a servizio dell’industria 4.0), di risultati e brevetti di grande interesse industriale e di imprese pugliesi che a fianco della Fisica italiana trovano opportunità di crescita competitiva, di inserimento e di visibilità internazionale.

Pin It