Terremoto Centro Italia - Pubblicazione dell'Avviso di finanziamento

Si segnala che dal 18 dicembre sul sito www.comitatosismacentroitalia.org è stato pubblicato “l’Avviso di finanziamento per la concessione di contributi a iniziative proposte da enti territoriali, associazioni no profit, imprese per il miglioramento dei servizi destinati alla popolazione residente, il rilancio dell’attività economica e il consolidamento dell’occupazione nei territori del centro Italia colpiti dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016”.
Circolare n. 005
 
Si segnala che dal 18 dicembre sul sito www.comitatosismacentroitalia.org è stato pubblicato “l’Avviso di finanziamento per la concessione di contributi a iniziative proposte da enti territoriali, associazioni no profit, imprese per il miglioramento dei servizi destinati alla popolazione residente, il rilancio dell’attività economica e il consolidamento dell’occupazione nei territori del centro Italia colpiti dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016”.
A seguito del sisma che ha colpito le popolazioni del Centro Italia, il 30 agosto 2016 Confindustria, Cgil, Cisl e Uil hanno congiuntamente avviato un’iniziativa di solidarietà per dare un sostegno agli abitanti di quei territori.
A tal fine hanno costituito un Comitato e attivato un "Fondo di intervento a favore delle popolazioni del Centro Italia" nel quale sono stati raccolti i contributi volontari di imprese e lavoratori per circa sei milioni e settecento mila euro.
Nella definizione delle iniziative da intraprendere, le parti sociali hanno deciso di operare in linea con le indicazioni delle Autorità nazionali che coordinano le azioni a favore delle popolazioni colpite dal sisma e hanno, quindi, deciso di non effettuare azioni di ripristino, costruzione o ricostruzione immobiliare, perché le somme raccolte non avrebbero consentito di tener conto, in modo equo, delle esigenze di tutti i territori.
Pertanto, si è deciso di operare in due distinti ambiti: Il primo ambito è quello delle imprese e delle iniziative economiche che mirino a rivitalizzare il tessuto produttivo e l’occupazione dell’area del cratere; il secondo è quello sociale.
L’obiettivo nel primo caso è quello di promuovere lo sviluppo di settori innovativi e attrattivi che scommettano sulla creazione di conoscenza, di nuove opportunità di mercato, di specializzazione professionale dei lavoratori e di inserimento lavorativo dei giovani, senza tralasciare le tipicità settoriali legate al tessuto produttivo locale della manifattura, dei servizi, dell’agro-alimentare e del turismo.
Il secondo ambito di intervento è, invece, rivolto al sociale e mira a sostenere azioni orientate ai bisogni delle comunità locali per mantenerne la coesione, con l’obiettivo di garantire il funzionamento ed il miglioramento dei servizi fondamentali per le popolazioni residenti e per le persone più svantaggiate, e la promozione di attività sociali e comunitarie derivanti dalle necessità del tessuto di appartenenza.
L’Avviso di finanziamento è articolato in due parti denominate QIP ed IMP.
La parte QIP (Quick impact Project) è destinata a sostenere progetti con un valore che va da 40 a 80 mila euro che si sostanzino in interventi concreti ed immediati per la realizzazione di servizi finalizzati al miglioramento della qualità della vita delle persone residenti nei comuni del cratere.
La parte IMP (Imprese) è destinata a sostenere progetti più articolati con un valore massimo di 200 mila euro finalizzati al supporto ed al rilancio dell’attività d’impresa e dell’occupazione con l’obiettivo di realizzare un aumento dell’attività e della sostenibilità delle imprese e del territorio.
Il crono programma della procedura di selezione dei progetti è disponibile sul sito ed è il seguente:
•entro il 19 febbraio termine di presentazione dei progetti;
•entro il 30 marzo pubblicazione della graduatoria.
 
Sul sito saranno resi pubblici e fruibili - oltre all’avviso di finanziamento e alla relativa documentazione allegata (reportistica, modalità applicative, di gestione e di partecipazione all’iniziativa) già visualizzabili - anche tutti i documenti inerenti:
il procedimento di selezione, di attribuzione dei progetti, di gestione della reportistica, 
lo stato di avanzamento delle attività progettuali,
•il monitoraggio in itinere,
•il materiale audio visivo inerente le attività,
•l’avvenuta conclusione dei progetti e la pubblicazione degli atti finali.
 
L’iniziativa del Comitato Centro Italia e l’utilizzo di un sito web dedicato si pone, in linea di continuità con programmi e progetti già realizzati in altre analoghe precedenti occasioni e che in tempi, modi e risorse ben definiti hanno garantito trasparenza e migliorato la qualità della vita dei cittadini, rivitalizzando le relative realtà produttive, il mondo dell’impresa e dell’occupazione.
 

 

Pin It