Il ministro Barca agli industriali: la Puglia può spiccare il volo

Esistono le precondizioni perchè la Puglia possa realizzare le sue migliori aspirazioni e il Governo attuale, che è il governo del fare, può dare supporto alle iniziative che una valida classe dirigente come quella pugliese, a partire dagli imprenditori, è in grado di proporre ed attuare. Questo in sintesi il messaggio forte che il Ministro Fabrizio Barca ha dato all'assemblea degli imprenditori pugliesi riunitisi in Confindustria Bari-Bat per discutere del Piano di Azione Coesione.

Il Ministro ha puntualizzato che l'orientamemnto nazionale è quello di concentrare i servizi pubblici laddove c'è maggiore vivacità industriale: per far questo si sta procedendo a mappare la "densità" industriale del Mezzogiorno e la Puglia, con i distretti produttivi, le reti d'impresa e i distretti tecnologici ha tutte le chance per prendere posto tra queste aree. 

Riguardo alle diverse sollecitazioni della platea, a partire dal presidente di Confindustria Bari-Bat  Michele Vinci sulla necessità di procedere alla rapida attuazione delle diverse iniziative che il piano di Azione Coesione e il Piano Sud prevedono, il ministro Barca ha risposto che questo governo "a tempo" ha tutto l'interesse a procedere celermente, seguendo e proponendo il metodo della continua verifica degli stati di avanzamento dei programmi  e l'individuazione chiara delle responsabilità per i vari livelli istituzionali negli accordi con le Regioni.

Si tratta di anticipare già nel corso dell' attuale programmazione comunitaria le modalità decise per il periodo 2014-2020, in modo da partire una volta tanto in vantaggio per il miglior ed efficace utilizzo dei fondi sia europei che statali. Un esempio in questo senso è l'attesa realizzazione della Bari-Napoli per la quale sono stati già stanziati 800 milioni di Euro, e che però potrà essere finanziata integralmente solo con la prossima programmazione.


Pin It