Il "Club delle imprese per la Cultura" è una aggregazione informale di imprese di diversi settori e dimensioni (tutte iscritte a Confindustria Bari BAT), che si sono riunite per ideare, finanziare e realizzare progetti culturali collettivi che abbiano una ricaduta positiva sul territorio e rafforzino il legame fra questo e l'imprenditoria locale. Questo raggruppamento di imprese nasce con l'obiettivo di progettare, finanziare e realizzare iniziative culturali collettive. In questo modo il Club intende rendere accessibili anche alle imprese di piccole dimensioni la pratica degli investimenti culturali. L'originalità del Club consiste nel fatto che le imprese aderenti non si limitano a sponsorizzare eventi culturali altrui, ma li progettano e li finanziano in proprio. L'ambito d'azione spazia fra vari tipi di discipline artistiche e culturali (dal cinema alla musica, dalla filosofia alla scrittura). Si tratta di una vera e propria operazione di politica culturale tesa a rafforzare i legami tra aziende e territorio, accreditando una immagine positiva dell'imprenditore e del fare impresa. Non dunque l’usuale sponsorizzazione «passiva» accordata da un imprenditore al richiedente di turno, ma un’iniziativa culturale autonoma, realizzata in modo collettivo da aziende molto diverse fra loro per dimensioni e settori di appartenenza.

Come è nata l'idea? Il "Club delle imprese per la Cultura" è nato in seno all'Associazione Industriali di Bari nell'autunno del 2004 sull’idea che in un ambiente come quello della provincia di Bari, ricco di piccole imprese, che raramente sono in grado di sostenere da sole propri investimenti in cultura, appare più praticabile la via dell'azione collettiva: raccogliere contributi economici, idee e proposte progettuali di più aziende, per realizzare iniziative comuni.  

Primo Coordinatore del Club nonchè padre fondatore è stato Alessandro Laterza della Gius. Laterza e Figli spa; si sono succeduti nell'ordine Giancarlo di Paola (Svimservice Gruppo Exprivia), Paolo Bevilacqua (Tecnoacciai srl), Ettore Chiurazzi (Carucciechiurazzi srl), Sergio Fontana (Farmalabor srl), Augusto Masiello (Teatro Kismet Scarl).

Attualmente il ruolo di Coordinatore è rivestito da Graziano Bianco (Icam Srl).