/ Menu laterale sinistro  / Ambiente e Energia / SISTRI. Proroghe 2017

SISTRI. Proroghe 2017


Nel cosiddetto “Mille proroghe” è stata inserita la proroga dell'entrata in vigore delle sanzioni sul corretto utilizzo del Sistri e, di conseguenza, 

 

è stato prorogato il termine ultimo entro il quale continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi gestionali tradizionali (registri di carico e scarico, formulari di trasporto e MUD), nonché le relative sanzioni.

La disposizione riportata nell'art. 11 del decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244 ("Proroga e definizione di termini") - pubblicato nella Serie Generale n. 304 del 30 dicembre 2016 riporta che all'art. 11 del DL 101/2013 vigente comma  3-bis  primo  periodo quanto segue: " le parole «Fino al 31 dicembre 2016»  sono  sostituite con le seguenti: «Fino alla data del subentro nella gestione  del  servizio  da  parte  del  concessionario  individuato con le procedure  di cui al comma 9-bis, e comunque non oltre il 31 dicembre 2017»".

 

E'  stata  inoltre  confermata la riduzione del 50% delle sanzioni relative alla  mancata/non corretta iscrizione e relativo versamento del contributo, attraverso  la  modifica  dell'ultimo  periodo, sempre del comma 3-bis, nel seguente modo: "«Fino alla data del subentro nella gestione del servizio da parte  del  concessionario  individuato  con  le  procedure di cui al comma 9-bis,  e  comunque  non  oltre  il  31  dicembre  2017, le sanzioni di cui all'articolo  260-bis,  commi 1 e 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, sono ridotte del 50 per cento»".

 

E'  stato infine rivisto il comma 9-bis, che ha per oggetto, tra gli altri, il termine finale di efficacia del contratto: "al  comma  9-bis,  sostituire,  ovunque  ricorrenti,  le   parole:  «al 31 dicembre 2016» con le seguenti:  «alla  data  del  subentro  nella gestione del  servizio  da parte del concessionario individuato con  le procedure di cui  al  presente   comma,  e  comunque  non  oltre  il  31 dicembre 2017»; alla  fine  del quarto periodo,  dopo  le  parole:  «10 milioni di euro per l'anno  2016»  aggiungere  le  seguenti:  «nonche' nel limite massimo di 10 milioni   di   euro,  in  ragione  dell'effettivo espletamento del servizio svolto   nel   corso   dell'anno  2017.»;  al quinto periodo, sopprimere le parole: «, entro il 31 marzo 2016,»".

 

Il  testo del decreto (in vigore dal 30 dicembre stesso) è consultabile sul sito della Gazzetta Ufficiale al seguente link:

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-12-30&atto.codiceRedazionale=16G00260&elenco30giorni=true

 

Bari, 10 gennaio 2017

Giuseppe Di Cillo: dicillo@confindustria.babt.it