/ News / Comunicati stampa / 2020 / 6 / 26 / L'Ambasciatore del Messico agli imprenditori di Ba...

L'Ambasciatore del Messico agli imprenditori di Bari e BAT: in arrivo nuove opportunità per le vostre imprese dal nuovo Nafta e dal nuovo accordo UE


Comunicati stampa
26 Giugno 2020


Per la ripresa degli affari con l’estero del dopo-Covid gli imprenditori di Bari e BAT guardano con interesse al mercato messicano, dove molte di loro hanno già consolidati rapporti d’affari, che però l’emergenza sanitaria ha bloccato. Si tratta in prevalenza di imprese baresi e pugliesi della metalmeccanica, dell’automotive, dell’agraolimentare e dell’ICT. Per loro dovrebbero aprirsi a breve nuove opportunità d’affari con l’entrata in vigore il 1 luglio del nuovo Nafta e presto anche di un nuovo accordo commerciale  con l’UE.
Questo in sintesi è ciò che è merso oggi durante l’incontro fra ’Ambasciatore del Messico Carlos García de Alba e i vertici di Confindustria Bari. L’ambasciatore (che era alla sua prima visita ufficiale in Puglia, pur avendo sposato una pugliese di Canosa di Puglia)  è stato ricevuto dal presidente e dal vicepresidente di Confindustria Bari BAT Sergio Fontana e Francesco Divella insieme al console onorario del Messico Francesco Maldarizzi. Con loro una rappresentanza di imprenditori di Bari e BAT che intrattengono interessi d’affari con il Messico e che attendono di poter portarli a termine appena sarà terminata l’emergenza sanitaria e saranno ripristinati i collegamenti aerei nel Paese latinoamericano.
Buone prospettive non mancano, come ha sottolineato l’ambasciatore. Il Messico ha un infatti un territorio grande 7 volte l'Italia con circa 130 milioni di abitanti, di cui gran parte appartiene al ceto medio. Politicamente è stabile e ha una finanza pubblica sana, con un deficit intorno al 2 %.  Vantaggi verranno già da Mercoledi 1 luglio quando entra in vigore il nuovo Nafta, che offre nuove opportunità alle imprese, perché accoglie nell’area di libero scambio nuovi settori come l’Energia , la Farmaceutica,  l’industria culturale e l’e-commerce, unitamente a una più forte lotta alla corruzione in Messico. E presto ulteriori vantaggi saranno offerti dal nuovo accordo in fase di approvazione fra Messico e UE, che libererà dai dazi circa il 90 per cento dei prodotti europei. Questo sarà un grande vantaggio per l’Italia, perché è il terzo partner commerciale del Messico, dopo Spagna e Germania.